Studiare: ora ci vuole un po’ di metodo

In prima media i bambini cominciano a studiare sul serio. Per molti, è un problema. Perché mancano di metodo e organizzazione. A Cesare Cornoldi, ordinario di psicologia presso l’Università di Padova, abbiamo chiesto come aiutare il piccolo in questa fase. l Tante rassicurazioni Di fronte alla pagina il bambino si sente perso? No alle frasi come: «Alla tua età ti devi impegnare!».
Meglio incoraggiarlo. E ricordargli la vecchia regola: se sta attento in classe, a casa studierà in metà tempo.

studiare

Lasciate che si organizzi da solo Non si può pretendere che, da subito, un bambino sappia perfettamente dividere i tempi e procedere con metodo. Imparerà man mano. Ma è importante è che il genitore non lo faccia al posto suo.  Largo ai buoni consigli Molti bambini tendono a ripetere in modo pedissequo e rigido quello che hanno letto. Ma, così, che fatica capire e, quindi, memorizzare!
Oltre a suggerire loro di sottolineare i passaggi importanti, è utile invogliarli a ripetere a voce alta, ma usando le loro parole (e senza il testo davanti).

Tratto da Il Bambino, il giornale per le mamme e i papà di Donna Moderna