10 frasi da non dire alle mamme

Questo post non è per le mamme. Questo post è per tutti quelli che interagiscono con loro, soprattutto nei primi mesi del bimbo. Attenzione! Ci sono frasi da non dire alle mamme. Cose ovvie, che sicuramente vi verrà voglia di dire. Ma trattenetevi. Per favore. E comunque qua avete le vere risposte (che le mamme non vi diranno mai).

Nei primi giorni

(L’amica) «Come STATE?»

Ti prego. Già devo sopportare i parenti che guardano solo mio figlio. Almeno tu, amica di tutta la vita, cerca di capire: non sono più quella persona sferica che andava in giro con un esserino dentro, ho partorito, non siamo più un dueperuno, ok? Siamo due individui. Quindi io sto bene, e lui sta bene. Grazie.

(Tutti) «Ma che bello!»

Ascolta. Sono diventata mamma ma non stupida. No. Non è bello. Guardalo. Sembra un topo. Ha più rughe di me e mia nonna messe insieme e ha il naso oblungo. E se io, che sono la mamma, lo vedo così, figurati tu. Quindi per favore, mi va bene un “Che tenerezza”. Lo capirò. Grazie.

(Tutti) «Dorme?»

Senti. Sono sei mesi che me lo chiedono tutti i giorni. Non hai un’altra domanda? Che so, «Ride?», «Vuole più bene alla mamma o al papà?», «Da grande vuole fare l’astronauta?». Grazie. E comunque sì, a volte dorme. A volte.

mamme

credits: M Glasgow

Nei primi mesi

(La nonna) «Lo stai viziando»

Sì. Lo vizio. Lo stravizio. Ma mai quanto lo vizierai tu in tutta la tua vita, tranquilla.

(La suocera) «Ma sì, cambia tu il pannolino… sai, questi sono lavori da mamma»

No. Per favore. Forse nella TUA epoca, cioè 200 anni fa, poteva essere un lavoro da mamma. Ora no. Ok? Ora è un lavoro da tutti. Da mamma, papà, zia, cugino, passante. E da nonna. Quindi prendi queste due gambine di pollo, alzale e impegnati. Grazie.

(Il marito, di notte) «Piange»

L’ho sentito. Pure tu, miracolo. Alzati. Grazie.

(Il marito, di giorno) «Ha fatto la cacca»

L’ho sentito. Pure tu, miracolo. Cambialo. Grazie. (e se non sai come fare chiama tua madre, alla quale ho già parlato dell’argomento).