Cecilia Dazzi: «Mi curo con l’omeopatia»

Omeopatia: la scelgono anche le mamme vip.
Cecilia Dazzi,
 attrice, presentatrice, poetessa, cantautrice ma anche mamma di due gemelli di nove mesi di nome Odoardo e Ulisse, si racconta.
Ho chiesto di intervistarla perché ero davvero incuriosita dalla sua scelta di curare sé stessa e i propri bambini con l’omeopatia.
Le ho telefonato, abbiamo parlato, le ho fatto qualche domanda e alla fine della conversazione avevo l’impressione di aver parlato con una mia amica. Hai presente quelle persone che sono talmente empatiche da metterti a tuo agio anche al telefono? Ecco. Forse questo suo atteggiamento così semplice e diretto è una delle spiegazioni della sua scelta.

Cecilia_Dazzi_omeopatia

credits: GIANNI CIPRIANI

 

Quando hai cominciato a usare i medicinali omeopatici?

Non sono stata io a scegliere i medicinali omeopatici ma li uso da quando ero piccolissima. Mia mamma ha scelto per me.

E ora che puoi scegliere tu stessa, continui a preferire l’omeopatia alla medicina tradizionale. Perché?

Che bella domanda! Ritengo una fortuna che la mia famiglia abbia fatto questa scelta per me. Se mia madre non avesse scelto l’omeopatia ovviamente è difficile sapere cosa sarebbe successo. A pensarci però, forse ci sarei arrivata comunque: sono un po’ ipocondriaca e ho paura degli effetti collaterali dei farmaci tradizionali.

Quali consigli senti di dare alle mamme che tendono a usare i medicinali tradizionali con troppa frequenza?

È difficile non essere apprensive con i figli.
Ricordo un giorno in cui un medico mi ha detto che i corpi delle persone morte non si decompongono quasi più a causa dei troppi farmaci usati in vita. In medio stat virtus.
Se i genitori sono apprensivi sarebbe il caso di rilassarsi un po’ per far ridere tantissimo i bambini.
Un consiglio per prevenire i malanni: sarebbe opportuno far mangiare tanta frutta e verdura e farli stare tanto al sole che fa benissimo anche alle cellule cerebrali.
In ultimo, potrebbe essere utile capire perché ha il raffreddore. Magari il bambino è solo un po’ stanco, magari è una cosa passeggera.

E riguardo ai vaccini? Sei pro o contro?

Sono a favore dei vaccini. Il mio omeopata mi ha consigliato di  fare ai gemelli tutti i vaccini tranne quelli per le malattie esantematiche come scarlattina o varicella che si curano benissimo con l’omeopatia.

Riesci a essere sempre coerente? Se i tuoi bambini hanno la febbre o qualche infezione, tendi a dare la Tachipirina o la curi con l’omeopatia?

Tendo a essere sempre coerente ma nei casi in cui ci vogliono i farmaci non mi tiro indietro. Ad esempio quando uno dei gemelli è stato operato di labiopalotoschisi ha preso l’antibiotico contro le infezioni e il paracetamolo per la febbre che uso anche nel caso di febbre alta. Se il corpo in alcuni casi non reagisce ai rimedi omeopatici, è inutile ostinarsi.
La preparazione all’intervento però, ad esempio, è stato un trionfo di Arnica, rimedio consigliato direttamente dall’anestesista.
Sia Odoardo che Ulisse, poi, hanno avuto la congiuntivite e quindi ho provato con Euphralia, che mi ha dato una grande mano. Oppure, per calmare il dolore dei primi dentini, invece, gli davo Chamomilla, che poi ho sostituito con Camilia, perché essendo già pronta all’uso con le monodosi è molto comoda da dare ai bebè.

E tu? Hai mai usato i rimedi omeopatici per i tuoi bambini? Cosa ne pensi?