Si stropiccia gli occhi? Forse è congiuntivite

È un classico dei primi freddi: palpebre impiastricciate, pupille circondate di rosso e un bruciore che costringe a portare le mani agli occhi.

«Se il bambino è raffreddato, sono sintomi normali, ma da non sottovalutare» avverte Salvatore Capobianco, specialista di Oculistica all’ospedale per bambini Santobono di Napoli.

credits: Nettaphoto

Risvegli appiccicosi

La secrezione giallastra sugli occhi è il segno di una congiuntivite catarrale. Va curata con le apposite salviette antibatteriche che si trovano in farmacia». Ma se non passa in due giorni, è bene chiamare il pediatra.

Lacrime facili

L’occhio è arrossato e lacrima? «È congiuntivite virale, molto più duratura e fastidiosa. Se trascurata, può causare problemi alla cornea» spiega l’esperto. «Per questo conviene non aspettare e chiedere il consiglio di uno specialista. Soprattutto se capita di sovente: potrebbe anche essere un’allergia».

Contagi in vista

Le congiuntiviti, in genere, sono contagiose. Quindi, si sta a casa da scuola. E se ci sono fratelli e sorelle, bisogna lavare spesso le mani e non condividere asciugamani e cuscini.

Tratto da Il Bambino, il giornale per le mamme e i papà di Donna Moderna