Incidenti domestici: tienilo lontano da quel fornello

Sono ben 30.000 gli incidenti domestici che, ogni anno, portano gli italiani dal medico o all’ospedale. E purtroppo sono i bambini, indifesi esploratori, a essere i più coinvolti. L’ambiente più pericoloso? La cucina. A Grazia Honegger Fresco, autrice con la figlia Chiara di Una casa a misura di bambino (Red edizioni) abbiamo chiesto come organizzarsi.

incidenti domestici

Cosa fare

Al momento di cucinare, le pentole andrebbero messe sui fuochi più interni, con i manici delle padelle spostati in modo che non siano raggiungibili. L’ideale, poi, è che il piano cottura abbia le manopole laterali, accanto ai fuochi, e non frontali: così il bambino non riesce a raggiungerle. Infine, è utile applicare davanti al fornello una di quelle griglie di protezione in vendita nei negozi di attrezzature per bambini.

Cosa non fare

Vietato lasciare teglie o pentole bollenti incustodite. La torta appena sfornata, per esempio, va messa a raffreddare su un ripiano alto. E quando arrivano le amiche in visita, occhio alla teiera (o alla caffettiera): se il bambino è in braccio alla mamma, mentre lei sta chiacchierando potrebbe cercare di afferrarla.

Incidenti domestici: il pediatra risponde

Tratto da Il Bambino, il giornale per le mamme e i papà di Donna Moderna