Bambini e animali: come affrontare il lutto

Chiunque abbia trascorso qualche anno della vita in compagnia di un animale domestico, per lo più cane o gatto, sa che prima o poi dovrà prepararsi al momento dell’addio, è inevitabile. Se per noi adulti la cosa può essere non dico facile, ma almeno comprensibile, per i più piccoli il distacco dal cucciolo di casa può essere duro da accettare e potrebbe rappresentare un primo piccolo trauma. Nulla di trascendentale, intendiamoci, ma si tratta pur sempre di un lutto e come tale va affrontato. Purtroppo ne parlo con cognizione di causa perché solo due settimane fa in famiglia abbiamo dovuto dire addio al nostro anziano cane, con me da 17 anni e, nonostante la vecchiaia, amico inseparabile di mia figlia. Il loro era un rapporto di amore fraterno, fatto di abbracci, baci, carezze, scherzi e anche qualche lite.

credits: Giovanna Labati

Durante la gravidanza avevo il terrore che il cane non accettasse l’arrivo della piccola, che la vedesse come un’intrusa e non andassero d’accordo: la paura se ne andò durante la nostra prima notte a casa insieme, quando dormimmo tutti insieme nel lettone e lui le si addormentò con il muso sulle gambe.