Analisi di uno sport: il biathlon

Avvincente e adrenalico. Parliamo del biathlon, la disciplina olimpica dalle origini antichissime.

Pensate, di questa specialità ne scriveva già il poeta Virgilio. E 2.000 anni dopo sta conquistando i piccoli italiani. «Negli Stati del Nord Europa è lo sport nazionale e ora si sta diffondendo anche qui» dice Martin Stricker, segretario dell’Associazione Sportiva Martello, una delle società più importanti del nostro Paese.

Ma come funziona?

«Combina sci di fondo e tiro al bersaglio e l’obiettivo è compiere il percorso stabilito nel minor tempo possibile e con meno errori» spiega l’esperto.

sci per bambini

«A 6 anni i bambini imparano a muoversi in pista e a sparare con mini fucili ad aria compressa, sicuri e innocui. A 9 anni partecipano alle prime gare, individuali o di gruppo». E c’è da scommetterci: rimangono affascinati, perché il biathlon unisce due attività diverse. Infatti lo sci punta sull’energia, mentre il tiro sulla precisione. I benefici sono tanti: si potenziano le gambe e le braccia e il sistema respiratorio. E si allena la capacità di concentrazione, fondamentale per sparare.

Tratto da Il Bambino, il giornale per le mamme e i papà di Donna Moderna