Come si comincia a… fargli fare lo zaino

Una volta è il quaderno di matematica, un’altra il diario: quante volte i nostri figli entrano in classe con lo zaino incompleto? Ma un modo (divertente) per aiutarli a organizzarsi c’è. Lo spiega Simona Cerca, mamma e tra le fondatrici del portale CheForte.

1.
Stabilire una routine. Lo zaino va sempre controllato e sistemato la sera, prima di andare a letto. Al mattino non c’è abbastanza tempo.

2. Aiutarsi con i colori. Alle elementari i quaderni hanno copertine di tinte diverse per ogni materia? Si fa lo stesso con i libri: rosso per matematica, giallo per geografia e così via. In questo modo, per preparare lo zaino, basterà fare gli abbinamenti.

zaino-scuola

3. Allestire uno scaffale ad hoc. Se il materiale scolastico è tutto su un ripiano ad altezza bambino, per lui sarà più facile trovare quello che gli serve.

4. Controllare insieme il diario. Per i primi due anni della primaria, va bene sedersi accanto al bambino per dare un’occhiata a compiti e avvisi. Poi, però, deve iniziare a fare da solo. E se, per una dimenticanza, torna a casa con una nota, pazienza. Gli servirà per imparare a stare più attento.

Tratto da Il Bambino, il giornale per le mamme e i papà di Donna Moderna