Fratelli coltelli. Quando regna la gelosia

«Vuoi fare un carezza alla sorellina?». E giù una botta in testa. «È normale che un bambino consideri il nuovo arrivato un intruso» spiega la psicologa Sarah Cervi. «Soprattutto se il grande ha già superato i 3 anni e, quindi, ha goduto a lungo, da solo, di coccole e attenzioni».

Ma come evitare che la gelosia degeneri?

Cosa fare

Bilanciare le attenzioni
«Da subito, anche se costa sacrificio» consiglia Cervi. «Per esempio, quando la mamma si apparta per fare il bagnetto al piccolo, dopo deve garantire all’altro 20 minuti di dedizione assoluta». Pianti e dispetti sono all’ordine del giorno? «Coinvolgere il primo quando si consola il secondo stoppa la rabbia e rasserena gli animi».

Cosa non fare

Schierarsi
«Se i due arrivano alle mani, è automatico prendersela con il primo che è più forte. Ma, paradossalmente, così lui ottiene il suo scopo: attirare l’attenzione. E alla prima occasione lo rifarà». Sbagliato anche dare regolarmente al maggiore il compito di badare al fratellino. «In casi eccezionali, va bene. Altrimenti favorisce l’antipatia del grande verso il piccolo».

Tratto da Il Bambino, il giornale per le mamme e i papà di Donna Moderna