Giochi vintage: l’elastico

Decisamente un gioco vintage, ma le ragazze della mia età lo ricorderanno: quante partite all’elastico vi siete fatte? Oggi si usa ancora?
Noi rubavamo l’elastico bianco dal cassetto della nonna (quello delle mutande, sì!) e ci giocavamo fino allo sfinimento. E in mancanza del terzo giocatore, usavamo ovviamente una sedia o la ringhiera del balcone.

elastico

credits: masteruan

Come si gioca: servono almeno 2-3 giocatori. Due giocatori tengono l’elastico, mettendosi in mezzo ad esso e tenendolo allargato con il corpo. L’altro giocatore cerca di pestarlo e di completare il gioco. Lo scopo è calpestarlo, creando una propria sequenza di movimento, senza lasciarselo sfuggire, né sbagliare mossa.

Le altezze:
- caviglia: elastico attorno alle caviglie;
- polpaccio: elastico ad altezza polpaccio;
- ginocchio: elastico ad altezza ginocchio;
- coscia: elastico ad altezza coscia;
- sedere: elastico ad altezza dell’osso sacro;

… passando per la vita, le ascelle, il collo e arrivando alle braccia alzate.

La cosa divertente era inventare ciascuna le proprie mosse: alcune complicatissime, altre molto semplici, da gran competizione. Zigzag con le gambe, pestate doppie o singole, giri su se stesse… qual era la vostra specialità?
La mia entrata preferita era: entro con la destra; pesto entrambi gli elastici;  esco con la destra; esco con la sinistra. Quasi quasi ci giocherei ancora!