La merenda scolastica da programmare

La scuola di mia figlia quest’anno mi è venuta in soccorso: ha predisposto un menu per la merenda scolastica. Ogni giorno un alimento differente.

Certo, non ci vuole molto, giusto un pizzico di fantasia e di piacere nell’assaporare cibi diversi; a me, per pigrizia, mancano entrambi. Finalmente la mia povera creatura da lunedì smetterà di mangiare esclusivamente tarallini e crackers, all’asilo.

Il passo dalla monotonia alla vivacità era breve: se avessi effettuato una ricerca in rete sicuramente avrei potuto cavarmela da sola, senza il suggerimento della maestra. Nel menu ci sono frutta di stagione, una fetta di ciambella (unico alimento più elaborato, da preparare la domenica per il lunedì, ma che può tornare utile anche per la colazione), yogurt, panino e taralli, i miei salvavita. Quindi tutto sommato non sono merende particolarmente elaborate.

In ogni caso i consigli della maestra e la mensa scolastica sono stati una vera manna dal cielo, la soluzione più semplice e ovvia a un problema considerato da me impossibile.

Per tutti quei genitori, nonni, zii, negati come me in cucina, essenzialmente per pigrizia, in allegato un menu da stampare e compilare  (sì, il lavoro sporco lo lascio fare a voi).

Appendilo accanto alla dispensa, ma prima concentrati e scrivi quello che darai in pasto ai piccoli. Se la maestra è gentile e previdente come la nostra, allora il gioco è fatto. Ti assicuro che vedere il foglio appeso, al posto giusto, sarà di grande aiuto, perché appunto talvolta è solo questione di pigrizia e poco tempo a disposizione (per la fretta si tende a mettere in cartella la prima cosa che capita a tiro).

E per i piccoli, il kit merenda da scaricare, stampare, colorare e servire in tavola.

Qui il link da scaricare.