Le merende di una volta, le ricette

merende

credits: Symic

Abbiamo sottoposto a un pediatra d’oggi le classiche merende di tanti anni fa: promosse per il gusto, qualche prudenza sulle calorie.

«Questi spuntini» dice il pediatra «educano i bambini a riconoscere i gusti semplici e genuini. Si possono alternare di giorno in giorno usando sempre ingredienti di prima qualità e cambiando il tipo di pane: bianco, integrale o senza sale»

Pane e cioccolato

Ingredienti per 1 porzione: 1 michetta oppure un francesino tagliati in due, 1 tavoletta di cioccolato nero fondente da sciogliere in un pentolino a bagnomaria con un goccio di latte o per pochi secondi nel microonde.

Pro: «È una merenda ideale» spiega il pediatra Gianfranco Trapani «perché è una miniera di energie per il bambino. Soprattutto se la crema viene fatta con una tavoletta di cioccolato nero fondente: rispetto a quelle spalmabili già pronte, contiene meno grassi e non ha conservanti.

Contro: «Non si può eccedere con gli zuccheri e i grassi durante gli altri pasti e spuntini della giornata».

Pane e marmellata

Ingredienti per 1 porzione: 2 fette di pane integrale, marmellata di lamponi bio o altre conserve fatte in casa, meglio se realizzate solo con zuccheri della frutta.

Pro: «È uno snack perfetto prima dello sport: contiene infatti zuccheri a lenta cessione che distribuiscono gradualmente l’energia all’organismo e danno così al bambino tanta forza per correre e impegnarsi negli allenamenti.

Contro: «Niente da obiettare su questo spuntino» dice il dottor Trapani. «Solo un suggerimento: variare spesso il tipo di pane e utilizzare anche quello integrale ricco di fibre».

Pane burro e zucchero

Ingredienti per 1 porzione: 2 fette di pane a cassetta, burro morbido e zucchero di canna da distribuire sulle fette con uno stampino tagliabiscotti a forma di stella.

Pro: «È tra le merende preferite dai bambini» dice il pediatra Gianfranco Trapani. «Grazie alla buona dose di zuccheri, fornisce tante energie per la scuola o le attività pomeridiane».

Contro: «Diventa pesante se si esagera col burro: basta, invece, spalmarne un velo sulle fette» dice il dottor Trapani. «Mentre negli altri pasti non si deve eccedere con i cibi che contengono grassi saturi, come la carne o i salumi. Meglio, quindi, scegliere pesce, uova o verdure».

Pane olio e pomodoro

Ingredienti per 1 porzione: 2 fette di pane toscano tostato, 1 pomodoro a fettine, olio extravergine d’oliva, sale marino integrale.

Pro: «È un ottimo “spegnifame” per il pomeriggio ed è un modo facile per far mangiare qualche verdura ai ragazzi. Al pomodoro si possono alternare bastoncini di carote o fettine di zucchine alla griglia.

Contro: «Questa merenda non è molto indicata per lo spuntino di metà mattina» spiega il dottor Trapani. Inoltre, se in famiglia ci sono casi di pressione alta, meglio non esagerare col sale che, anche sui cibi destinati ai bambini, va sempre utilizzato con parsimonia».

Tratto da Il Bambino, il giornale per le mamme e i papà di Donna Moderna