Cyberbullismo: quello che devi sapere

Immaginate, anche solo per un attimo, di non sentirvi al sicuro in nessun luogo. Provate a credere che tutto il mondo ride di voi, che non potete più far vedere la vostra faccia fuori da casa, pena gli insulti e le umiliazioni. Ma soprattutto immaginate di non intravedere nessuna via d’uscita a questa situazione. Nessuna.

cyberbullismo

credits: rolandslakis

Sembra la trama di un film horror, ed invece per moltissimi ragazzi è la quotidianità. Si chiama cyberbullismo, o cyberbullying in inglese, ed è una vera e propria piaga della nostra società che vive ormai in simbiosi con il web 2.0.

Il ritratto del bullo è cambiato: una volta era il ragazzo (ma anche la ragazza) fisicamente più grande, arrogante, minaccioso. In tanti potrebbero raccontare brutte storie di vessazioni, prese in giro ed umiliazioni subite durante l’infanzia o l’adolescenza. Crescendo però s’impara a gestire anche persone del genere, si va avanti ed il bulletto rimane solo un brutto ricordo. Oggi invece il bullo, o cyberbullo, si nasconde dietro lo schermo di un computer e può essere chiunque, anche l’impensabile timido ragazzino magrolino che non parla mai con nessuno.