Dare il telefonino ai bambini è giusto?

Mio figlio ha 11 anni e ci sono mamme che senza pensarci un attimo il telefonino glielo hanno già dato. Un po’ perché i ragazzi lo chiedono un po’ perché lo fanno tutti. Io provo a chiedermi a cosa serve, se è giusto e come cambierà la sua vita. Tendo a dare molta importanza a queste cose, forse perché sono un’esperta di comunicazione e il mio lavoro è proprio questo: capire come usare la comunicazione per manipolare il prossimo. È terribile da dire ma è proprio cosi.

Per andare a scuola prendiamo il treno e da quest’anno lui tornerà da solo, aspetterà sulla pensilina del treno solo per qualche minuto visto che passa ogni quarto d’ora oppure anche  40 minuti quando il treno tarderà come spesso capita. I buoni motivi per avere un telefonino ci sono tutti.

bambini alla stazione

credits: emily ballard

Mi sono chiesta che cosa dovrebbe succedere se mio figlio non tornasse a casa. Se ha il telefonino lo chiamo subito e avrò una risposta instantanea sullo stato dell’arte: treno in ritardo, treno rotto ecc… Ma se lui non risponde sarò autorizzata a pensare che quel treno lo ha investito oppure che è stato rapito, ecc.. ecc..

Se ha il telefonino potrà inoltre chiamarmi continuamente per chiedermi se può andare da un amico o se può fare mille cose a cui solitamente risponderei di no. Quindi il telefonino è uno strumento in più per martellanti richieste, comunicazioni inutili oltre che una spesa non indifferente. Inoltre c’è sempre il rischio che nella noia da pensilina non gli venga in mente di mettersi a giocare con il telefonino con il rischio di caderci davvero in quel buco maledetto che ospita i binari.