Scuola: il valore del dimenticare nell’apprendimento

scuola

credits: archivio Voi

Scuola chiusa per 3 mesi, evviva!! sembrano dirci festanti allievi grandi e piccoli a spasso liberi per mari, monti e città.
Ma, dietro la loro gioia, un brivido corre lungo la schiena di molti insegnanti e genitori: e se tra tre mesi non ricorderanno più niente? La scuola, infatti, è strettamente legata alla memoria, dato che un indice di valutazione dell’efficacia dello studio è proprio la capacità di ricordare quanto appreso. Poiché la memoria andrebbe tenuta in costante esercizio, sembrerebbe esserci tutto il tempo per dimenticare un anno intero di concetti, esercizi, numeri e date imparati spesso a fatica; il rimedio contro l’oblio prevede pertanto una lunga lista di compiti delle vacanze, comprensivi di ricerche geografiche, letture, disegni, ascolto di brani musicali e reperimento di materiali naturali per la ripresa di settembre che assillano i bambini e non fanno felici i genitori.