Analisi di uno sport: il minibasket

Se a tuo figlio piace il minibasket, tieni d’occhio il sito della Federazione italiana pallacanestro. A maggio sono in programma
tante manifestazioni in tutta Italia per far conoscere questo sport ai più piccoli. Ad aspettarli ci saranno giochi, partite amichevoli e allenatori pronti a spiegare cosa fa il pivot e come si mette a segno un tiro libero.

«I bambini iscritti ai nostri corsi sono già 143.000» dice Maurizio Cremonini, responsabile tecnico minibasket della Fip. «Iniziano a 5 anni con corse e salti; a 8 assimilano le regole; a 10 affrontano i primi incontri agonistici.

E, con un allenamento costante, imparano la coordinazione, l’equilibrio e la velocità». Senza contare che la palla è un peso naturale (da 180 a 400 gr.) e rinforza le braccia. «Non a caso consiglio questa disciplina ai bambini che hanno bisogno di farsi i muscoli» prosegue Cremonini. «E anche a quelli un po’ insicuri. Nella mia esperienza ho visto tanti piccoli arrivare in palestra attaccati alle gonne delle madri e uscirne autonomi e responsabili. Soprattutto capaci di risolvere, con concentrazione e giudizio, i problemi della vita di tutti i giorni».

Tratto da Il Bambino, il giornale per le mamme e i papà di Donna Moderna