Buoni Propositi per il 2013

07 gennaio 2013- di

Ogni anno che comincia è un buon pretesto per abbandonare le cattive abitudini e instaurarne di nuove. Questo è infatti il periodo dell’anno in cui, dopo i bilanci di dicembre, abbiamo voglia di rimboccarci le maniche e di darci da fare perché quello appena iniziato sia davvero un anno speciale.

credits: Lululemon Athletica

Piene di buona volontà, buttiamo giù (mentalmente o materialmente) la lista dei nostri buoni propositi. Alcuni si trasformano in realtà. Altri rimangono lì in un cassetto o svaniscono pian piano nel corso dell’anno.

La lista dei buoni propositi

Ma perché è tanto difficile raggiungere gli obiettivi di inizio anno? La risposta è semplice: nella maggior parte dei casi chiediamo troppo a noi stesse. Ci prefiggiamo una lunga sfilza di obiettivi e pretendiamo di raggiungerli nel giro di pochi giorni. Continuando ad occuparci di tutti i nostri compiti e responsabilità abituali, ovviamente.

Il primo passo importante per non perdersi per strada è stabilire una lista di obiettivi e metterli in ordine di priorità. In seguito andranno affrontati uno ad uno. Volere tutto e subito è il modo più sicuro per andare incontro al fallimento. Se fai troppe cose contemporaneamente, rischi di perdere di vista ciò che è davvero importante.

E’ importante mettere i propri obiettivi nero su bianco. Questo permetterà di avere un quadro globale della situazione. Questi obiettivi sono in armonia tra loro? Sono in sintonia con i tuoi valori? Sono davvero tutti così importanti?  Se la tua lista è troppo lunga, bisognerà darle un taglio.