Fertilità: come riconoscere l’ovulazione

06 marzo 2013

Riconoscere l’ovulazione è un segnale importante che ci indica quanto bene conosciamo il nostro corpo. Saper cogliere i piccoli input che il nostro organismo ci invia è essenziale sia quando si è alla ricerca di una gravidanza, sia nel caso in cui usiamo i metodi anticoncezionali naturali.

Cominciate con il monitorare il ciclo mestruale per qualche mese e dopo aver fatto una media della sua durata sarete pronte per capire come riconoscere l’ovulazione.

Ogni donna ha un ciclo mestruale di durata variabile, la discriminante è la prima fase detta fase follicolare che va dal primo giorno di mestruazioni al giorno precedente all’ovulazione; questa fase ha una durata . Dopo l’ovulazione c’è la fase luteale che in quasi tutte le donne ha la durata di 14 giorni. Pertanto per avere un’idea sommaria di quando sarà il vostro periodo fertile, basterà sottrarre 14 giorni alla durata dell’intero ciclo mestruale.

Per riconoscere l’ovulazione inoltre, le donne che hanno imparato col tempo ad ascoltare il proprio corpo, si affidano ai sintomi: leggeri dolori addominali, perdite di muco filante, gonfiore e maggior desiderio sessuale.

Se invece non vi fidate di voi stesse, non vi resta che affidarvi agli stick che rilevano l’ovulazione.