Come insegnare a leggere le ore

18 marzo 2013- di

Nel cammino verso l’autonomia una delle tappe più importanti è la conquista del tempo.

«Perché riconoscere da soli l’ora della merenda e della nanna serve ad autogestirsi» spiega Rosalba Cocco, insegnante di scuola primaria.

Ecco qualche consiglio per insegnare ore e minuti.

L’età
Bisogna aspettare che i piccoli siano pronti. «In genere avviene nei primi anni della primaria, quando cominciano ad associare il concetto di quantità ai numeri. È controproducente imporlo prima» spiega l’insegnante.

Il metodo
Il migliore è il fai-da-te: si ritaglia un cerchio, si disegnano i numeri delle ore e le stanghette dei minuti e, con un fermacampioni, si fissano le due lancette. E via con gli esperimenti. Per evitare confusione, all’inizio meglio privilegiare solo un tipo di lettura. Per esempio,“sono le 10 e 45” e non le “11 meno un quarto”».

L’esercizio
Afferrato il meccanismo, si passa all’orologio vero: per impratichirsi basta far coincidere con un’ora prestabilita le attività quotidiane. E calcolare quanto tempo manca per fare colazione o per andare in palestra.

Tratto da il bambino, il giornale per le mamme e i papà di Donna Moderna