Cosa posso mangiare durante l’allamento?

Un po’ per le leggende metropolitane, un po’ per i consigli non richiesti di parenti e amici e un po’ per inesperienza, molte neo mamme si fanno questa domanda e si sentono spaesate davanti alle colichette del bambino pensando di averle provocate in qualche modo mangiando qualcosa di sbagliato.
Eccoti allora qualche consiglio per vivere serenamente l’allattamento mangiando di tutto.

Dieta alimentare durante l’allattamento

Pensa che per produrre 100 grammi di latte il tuo corpo brucia 95 calorie, pertanto è importante e corretto aumentare l’apporto calorico quotidiano di 500 calorie sempre mantenendo il corretto rapporto tra nutrienti.

allattamento

credits: PublicDomainPictures

Una mamma che allatta deve nutrirsi in maniera corretta prediligendo alimenti proteici ricchi di calcio, fosforo e vitamina A, elementi essenziali per la buona salute della madre e del neonato. Pesceuova carne contribuiscono a coprire il fabbisogno di acidi grassi e amminoacidi essenziali, ferro, minerali e vitamine. Fruttaverduralegumi cereali soddisfano le richieste di fibre, vitamine e oligoelementi. La presenza di zuccheri nella dieta andrebbe ridotta. Ottimi invece i carboidrati complessi come pane, pasta, riso.
Non devi rinunciare a nulla in definitiva, devi solo seguire un’alimentazione sana basata su cibi leggeri, freschi e di elevata qualità. Evita solo i cibi con cotture complesse, le fritture e i cibi piccanti o particolarmente speziati. Questo non solo durante l’allattamento.
Gli alimenti più indicati da consumare più spesso sono cerealiverdure frutta fresca, carni (meglio bianche) pesce e uova.

In ultimo non dimenticarti di bere molto per reidratarti: allattare comporta una corposa perdita di liquidi. Sarebbe bene bere almeno due litri di acqua al giorno, meglio se oligominerale a basso residuo fisso.