Depressione materna e sonno dei bambini

13 marzo 2013- di
depressione-materna

credtis: BetterThanYourLuckyStar

Quando una mamma è depressa è come se l’equilibrio familiare, già scosso profondamente dall’arrivo di un bambino, venisse rotto. E le ripercussioni di una situazione simile somigliano ai cerchi concentrici che forma un sassolino lanciato nell’acqua: si allontanano sempre più dal centro andando a sbattere sul primo ostacolo. I primi a subire le conseguenze di una depressione materna sono i neonati.

In base a uno studio pubblicato sulla rivista Child Development e condotto presso la Pennsylvania State University sembrerebbe che lo stato psicologico della mamma vada a disturbare anche il sonno del bambino.

Gli autori dello studio hanno seguito a domicilio, per un’intera settimana, quarantacinque mamme di  bambini tra 1 mese e 2 anni.  Il fine era quello di tessere la ragnatela che teneva uniti i sintomi della depressione materna con i disturbi notturni dei bambini.
Ne è venuto fuori che le mamme più depresse erano quelle con figli dal sonno più disturbato.

Le mamme depresse, infatti, a causa dello stato ansioso in cui si trovano, avrebbero la tendenza a sorvegliare molto i bambini durante il sonno e a prenderli in braccio al minimo lamento. Questo provocherebbe, nei bambini, un sonno disturbato che, ovviamente, ha tante conseguenze.
Un circolo vizioso dal quale uscire solo tramite l’aiuto di persone competenti e di familiari  presenti. Per la mamma e per il bambino.

Una delle tante e possibili sfaccettature – grigie – della maternità si chiama depressione. Menomale che ci sono gli americani che, oltre a fare milioni di ricerche, hanno cominciato a considerarla seriamente.
Qui, magari, arriveranno prima i Maya. Chi lo sa?