È proprio vero che non esiste il figlio preferito?

24 gennaio 2013- di

Io e il mio bambino più piccolo abbiamo un legame speciale, derivato di periodi bui di impazienza, sensi di colpa, nati dalla fatica di crescere un bambino urlante e sofferente.

Figlio preferito

credits: Silvia Sacchetti

Di questo legame particolare mi sono tanto crucciata. Mi sono sentita una madre orribile per tanto tempo, che si sente meglio con uno dei due, una da “figlio preferito“.
Al solito, mi sono messa un po’ in autoanalisi e, pian piano, provando a passare tanto tempo con mio figlio grande, mi sono resa conto che non è vero che sono una madre orribile. E non è vero perché quando parlo di “legame speciale” non parlo di amore. Il termine “preferito” declina male le sensazioni. L’amore, quello è identico per entrambi, è indiscutibile e sarebbe patologico se non lo fosse.