Se tuo figlio si ribella, prova a dare il buon esempio

06 febbraio 2013- di

esempioAl centesimo richiamo fa ancora finta di non aver sentito? «A partire dai 4 anni, le orecchie da mercante sono un classico» spiega lo psicologo Luciano Stracquadanio. «Una naturale forma di ribellione che serve ad autoaffermarsi». Ma il modo per farsi ascoltare c’è.

Sì a…
«Al buon esempio. Se i genitori, per primi, prestano attenzione alle richieste del piccolo, per lui sarà più facile ascoltare mamma e papà» consiglia Stracquadanio. «Specialmente se, nel ribadire una regola, mamma e papà si mettono alla sua altezza e gli parlano in modo gentile, guardandolo negli occhi».  Se, poi, il bambino fa ancora finta di niente, si può giocare d’astuzia. E, per esempio, invece di dire: «Sbrigati, metti il maglione», chiedere: «Vuoi mettere il golf bianco o quello blu?». La domanda coinvolge il bambino e spezza il circolo vizioso del muro contro muro.

No a…
Urlare 10 volte la stessa domanda serve solo a innervosire tutti, genitori e figli. «Davanti ai piccoli testardi, il tono di voce non va modificato in altezza ma in fermezza e autorevolezza» conclude l’esperto.
Tratto da il bambino, il giornale per le mamme e i papà di Donna Moderna

Segui @dmbambino