Giocare in casa a “fare le facce”

18 gennaio 2013- di

Per dimostrare la relatività del tempo non serve essere un genio della fisica, è sufficiente diventare genitore e passare un fine settimana a giocare in casa con uno o più bimbi insofferenti: quelle 48 ore sembreranno eterne!

Sono situazioni in cui qualsiasi idea vale, pur di preservare la serenità famigliare già provata dalla reclusione forzata, ma in alcune circostanze si riesce addirittura a pensare passatempi capaci di unire divertimento e didattica.

Senz’altro è più facile raggiungere questo Santo Graal dei giochi casalinghi con bimbi piccoli come il mio: sono fortunatamente molti i modi con cui posso ancora sorprendere il mio biondo (quasi) treenne, com’ è accaduto giocando a “fare le facce”.

Il gioco costa talmente poco sia in denaro che in fatica, da valere comunque un tentativo anche con bimbi più grandi: occorre solamente recuperare una vecchia rivista, sfogliarla alla ricerca di ammiccanti volti di modelle e attori, impugnare con una vena di sadismo le forbici e infierire su quei volti perfetti ritagliando occhi, nasi, bocche e orecchie, ma anche baffi, cappelli, occhiali e orecchini.

Come si gioca

I più grandi potranno usare le forbici da soli, tanto per aggiungere al gioco anche un po’ di allenamento con questo difficile strumento. Per i più piccoli invece l’elemento didattico ha inizio quando tutti i pezzi sono disposti alla rinfusa dinanzi a loro: mio figlio si è divertito a spiegarmi nomi e funzioni delle parti del viso, sovrapponendole alle sue e alle mie per confronti approfonditi e provando infine a collocarle al giusto posto per creare una faccia. Il ritratto realizzato dal piccoletto aveva quattro occhi e tre bocche, cui bisogna aggiungere la sua, bella sorridente. Era un vero mostro, ma ottenuto con impegno e tante risate!

Una volta capito il semplice meccanismo ha ricominciato ad abbinare pezzetti di carta cercando di creare effetti spaventosi, mentre io interrompevo la lettura dei resti della mia rivista per ritagliare una faccia che non ha bisogno di alcuna modifica… Ciao Brad.