La dieta in gravidanza

Un’alimentazione corretta in gravidanza è importante per garantire il benessere e la salute di mamma e bambino. L’apporto calorico consigliato è uguale a quello normalmente raccomandato per una donna non incinta. Quindi non bisogna lasciarsi prendere per la gola dai manicaretti: il nostro corpo si adatta benissimo alla gravidanza e il feto riesce a trarre tutto il nutrimento necessario da una dieta bilanciata. La donna che allatta invece ha un fabbisogno calorico aumentato: deve avere l’energia per produrre il latte con tante sostanze nutrienti destinate a crescere il suo bambino.

dieta in gravidanza

credits: arwen-abendstern

 

Se l’apporto calorico non varia, occorre però avere piccoli accorgimenti per mantenere una dieta varia e sana. Spesso in gravidanza cambiano i gusti e quello che un tempo ci faceva impazzire ora non ci piace più mentre altri alimenti stuzzicano le nostre voglie.

Innanzitutto è molto importante mangiare con regolarità. Si consigliano cinque pasti al giorno: la colazione, lo spuntino a metà mattina, il pranzo, la merenda a metà pomeriggio e la cena permettono di evitare le ipoglicemie tra i pasti in modo da non arrivare affamate tra un pasto e l’altro!

A colazione latte con fette biscottate o cereali e yogurt sono un ottimo alimento; il caffè in gravidanza è meglio evitarlo. A metà mattina si può scegliere un frutto preferibilmente non troppo zuccherino, ad esempio una mela oppure le fragole. Anche i kiwi sono consigliati: aiutano a mantenere una buona regolarità intestinale. A pranzo pasta o riso, pesando il prodotto prima della cottura (non eccedere gli 80 grammi) e poi verdura. Se sono graditi, fanno molto bene i prodotti integrali, che garantiscono un assorbimento dei carboidrati più rallentato. A merenda si può mangiare frutta o yogurt e per cena un secondo di pesce o carne con contorno di verdura.  In generale meglio evitare i dolci, o comunque consumarli con moderazione.