Terzo mese di gravidanza: la prima ecografia

Terzo mese. Primo trimestre che si chiude, primo traguardo raggiunto e finalmente la prima ecografia.
Ora si comincia a fare sul serio.

 

La prima ecografia

Perché finora, presa dalle nausee e dagli acciacchi, hai un attimo perso di vista il nocciolo della questione.

Adesso, il terzo mese sta finendo e il club delle donne incinte ti dà ufficialmente la tessera di socia onoraria per i successivi sei mesi.
Il programma, nel secondo trimestre, prevede un sacco di attività mondane: le prime ecografie, esami del sangue, visite e shopping prèmaman. Ma la cosa più importante è che da adesso, l’inquilino che ti abita avrà un volto. Ok, ho esagerato, quanto meno avrà un contorno che potrai tracciare con il dito tutte le volte che vorrai. Almeno finché la stampa dell’ecografia non deciderà di cedere.
Per arrivare all’incontro ravvicinato del terzo tipo tra te e l’inquilino – più comunemente denominato fagiolo – dovrai superare la corsa a ostacoli che precede la visita dal ginecologo: la sala d’attesa. Come in una puntata speciale di Takeshi’s Castle.