Dolcetto o scherzetto: in giro da soli o accompagnati dai genitori?

Lo so che dall’altra parte dello schermo c’è un genitore che vorrebbe tornare bambino per divertisi con dolcetto o scherzetto. Ti vedo e voglio dirti che non sei solo. Noi che siamo cresciuti vedendo i bambini di ogni film o serie tv USA bussare alle porte del quartiere e fare mambassa di dolci, ora che l’usanza è arrivata anche qui, siamo troppo vecchi per partecipare. Nulla ci vieta però di far divertire i nostri figli organizzando loro un dolcissimo tour. Ma possiamo mandare i bambini in giro da soli? E per di più a bussare alle case di sconosciuti? Sì, si può e realizzare i desideri dei bambini è più facile di quel che si pensi: servono soltanto un pochino di inventiva e organizzazione.

Bambini tra i 3 e i 5 anni.

Se i tuoi bimbi hanno un’età compresa tra i 3 e i 5 anni, l’idea migliore è prendere accordi con altri genitori per organizzare una piccola festa in maschera, magari presso l’oratorio della chiesa o, se il tempo e il luogo dove abiti lo permettono, nella piazza del quartiere o nel cortile del palazzo. In questo modo i bambini si sentiranno al sicuro e liberi di giocare senza la presenza costante del genitore a tenere la manina. Per il tour di dolcetto o scherzetto invece basterà accordarsi con i vicini di casa, chiedendo loro di esporre alcune decorazioni a tema (fornite dai genitori) e di tenersi pronti a spaventare i piccoli golosi con storie di fantasmi e dolcetti mostruosi. I bambini più grandi potranno prendere per mano i più piccoli e partire per il giro in tutta sicurezza. Ovviamente non perderli di vista e resta a tiro in caso di crisi o di pipì improvvise, ma dare loro la sensazione di essere liberi di andare da soli renderà il gioco ancora più bello.

credits: gomattolson