I disegni dei bambini

31 gennaio 2013- di

Disegnare è un atto spontaneo che tutti i bambini, in qualunque parte del mondo, compiono con modalità molto simili, nonostante le differenze che li separano. C’è chi disegnerà con un bastoncino sulla terra, chi su un foglio con i pennarelli, ma le varie fasi del disegno si susseguono in maniera incredibilmente simile in ogni angolo della Terra.

disegni

credits: Claudia Porta

È importante permettere al bambino di esprimersi liberamente fornendogli un ambiente stimolante e materiali adatti alla sua età. Bisognerebbe, inoltre, cercare di trattenersi dal chiedere al bambino che cosa ha disegnato. I più piccoli infatti disegnano per esprimere qualcosa che hanno dentro, e non per rappresentare ciò che vedono. Certo, se insistiamo abbastanza, riusciremo ad ottenere un’interpretazione, ma sarà solo per farci contenti.

Primi passi

Si può proporre il disegno ai bambini fin dal primo anno di vita, iniziando con i pastelli a cera e con matite grosse e morbide, per poi passare in un secondo momento ai pennarelli, che offrono molte meno possibilità in termini di sfumature.

È possibile anche proporre ai piccolissimi la pittura ad acquarello, iniziando con un colore alla volta su carta bagnata. Una volta esplorati separatamente i colori primari, il bambino sarà pronto per iniziare a sperimentare mischiandoli tra loro.

Segui @dmbambino