La to do list per organizzare le giornate

07 luglio 2014- di

credits: GabriellaCarofiglio

Promemoria: da domani prometto che compilerò la mia to do list, cascasse il mondo lo farò. Da domani sarò una mamma organizzata.

Non venite a dirmi che la vostra vita è un incastro perfetto, che riuscite a portare a termine tutto e, a fine giornata, vi sentite stanche, ma appagate. Non ditemi che, pur lavorando da casa, procede tutto a gonfie vele; voi, con o senza figli piccoli, voi donne (a cui mi rivolgo essenzialmente per affinità di genere) e voi uomini, non venite a raccontarmelo. Non ci credo.

Ammiro chi la mattina si alza di buon’ ora per rassettare, cucinare, pulire, prepararsi e partire alla volta di una nuova giornata (evviva!). Io proprio non ce la faccio.

Il gene dell’organizzatore è insito, non c’è nulla da fare; ma come tutte le cose, si può lavorare per migliorarsi, basta volerlo. Probabilmente non si raggiungerà mai la perfezione assoluta (che non esiste, giusto?), ma ci si avvicinerà a quella che è la perfezione che più si adatta a noi.

Da quando lavoro da casa non è cambiato molto nel mio modo di affrontare la giornata: è quasi tutto esattamente come prima, se non fosse che non devo più andare a recuperare mia figlia da casa dei nonni. Prima ero costretta a puntare all’essenziale, nelle faccende domestiche o nella preparazione dei pasti. Ora è praticamente lo stesso: in più mi riduco a lavorare in orari improbabili non per l’ingente mole di lavoro, bensì perché sono una cattiva manager di me stessa.

Dovrei suddividere la giornata in lavoro – faccende domestiche – gioco – tempo per me – tempo per la famiglia e creare una tabella di marcia efficiente.
Appunto, una to do list è quello che mi ci vuole.

In allegato ho preparato un piccolo set di fogli – che potrete stampare quante volte vorrete – da rilegare, e su cui appuntare con precisione e accuratezza quello che dovrete fare durante la giornata: fare la spesa, accompagnare il grande dall’amico, portare il piccolo al campo estivo, fare gli auguri alla nonna, eccetera. Quando parlo di precisione, intendo dire che accanto a ogni cosa da fare annoterete un orario di inizio e di fine, e una data.

Su un foglio a parte troverete delle etichette da stampare su carta adesiva. Attenzione però! Non sono stickers attacca e stacca: una volta posizionate, non si torna indietro.

Allora, buona organizzazione e fate sapere se così sarete riuscite a migliorare il vostro tempo, almeno in piccolissima parte. Lo giuro, ci proverò anche io.

Qui e qui i link per scaricare la to do list e le etichette.