Avere un bambino: consigli economici

Se la gravidanza viene programmata i due genitori sono pronti o almeno si sentono tali, ad affrontare tutte le conseguenze di questa scelta.

consigli economici

credits: limaoscarjuliet

Ma se l’arrivo di un bebè ti coglie di sorpresa?
Eccoti dei consigli economici per evitare di dover fare sacrifici non richiesti.

Nonostante quello che si sente spesso, avere un bambino non deve costare un braccio o una gamba.

Di solito, non appena ci si ritrova con un test di gravidanza positivo tra le mani, si comincia a voler iniziare a fare shopping per comprare le cose del bambino, vestiti prèmaman, libri per bambini, arredi e oggetti di puericultura.
Il primo consiglio? Se non puoi permettertelo, non comprarlo. Anche se alcune cose potranno sembrarti necessarie, non lo sono.

Ti basterà acquistare un paio di vestiti prèmaman, andranno bene anche dei semplici vestitini in maglina elasticizzata, un paio di copertine, un paio di confezioni di pannolini (copriranno la prima settimana col bebè), e un paio di traverse.
Tutto il resto può essere preso in prestito da qualcuno o regalato. Di alcune cose potrai fare sicuramente a meno.

In commercio puoi trovare una serie infinita di accessori per l’igiene e la toeletta del piccolo, ma per risparmiare basterebbe pensare che utilizzando prodotti del tutto naturali, realizzati con ingredienti freschi, è possibile ottenere lo stesso risultato. Ad esempio la crema contro le irritazioni da pannolino, può essere sostituita egregiamente con l’olio d’oliva o con l’aloe vera.
Altro esempio: il latte artificiale e l’allattamento al seno.
Il latte materno è del tutto gratuito e pratico: tra latte materno, del tutto gratuito, e latte in polvere che dal punto di vista economico si rivela un vero e proprio salasso la scelta è semplice.

Quindi, se stai per diventare genitore per la prima volta, il consiglio principale è quello di stilare una lista con le cose essenziali e necessarie, quelle che ti potrebbero venir regalate e quelle che potresti prendere in prestito. Usa la rete di conoscenze sia in internet che fuori.