Sono una mamma lavoratrice: nessuno mi può giudicare

Anche tu sei una mamma lavoratrice?
Conciliare lavoro e famiglia è possibile?
Quando si parla di donne e lavoro, e di mamme e lavoro, normalmente si incontrano, fuori e dentro il web, diversi tipi: la mamma che lavora, che passa in ufficio gran parte della giornata, la mamma che lavora da casa, e la mamma che non lavora, ovvero che si dedica totalmente ai figli e alla casa.

Mamme lavoratrici: i dati

mamme-lavoroSecondo il rapporto  «Mamme nella crisi» di Save the Children in Italia le mamme che hanno un’occupazione sono il 45,6%.

Quello che non ho capito in questi anni di confronti virtuali e non con altre donne è perché spesso aleggi a volte in modo evidente,  altre in modo un po’ più latente, un’atmosfera “da stadio”. Una sensazione di rivalità, come se esistessero due fazioni: mamme che lavorano versus mamme che non lavorano.

Intendiamoci: «mamme che non lavorano» mi fa sorridere, perché in realtà in casa si lavora eccome, ma permettetemi, per chiarezza, di usare questa definizione per chi si dedica a casa e figli.