Fratelli gemelli: cosa cambia?

28 gennaio 2013- di

Sei figli in due. Tutti e sei maschi. Tutti sotto gli otto anni. Quattro fratelli gemelli.
Arianna (mamma di Daniele e Samuele, 7 anni e mezzo e Mathias, 4 anni) e Valentina (mamma di Mattia 7 anni, Tommaso e Riccardo, 5 anni)   ci  raccontano del loro ricco caos familiare.

fratelli gemelli

credits: Petra Bush

Entrambe avete tre figli maschi a testa, due gemelli e l’altro, molto vicino di età. Immagino sia stata dura averne tre piccoli congiuntamente: c’è qualcosa che non rifareste?

Arianna: con i gemelli sono rientrata in ufficio come dipendente part-time dopo soli 6 mesi, con il terzo figlio ero già lavoratrice autonoma e ho potuto tenerlo a casa con me più tempo invece di affidarlo alle cure dei nonni. Se tornassi indietro rimanderei il rientro al lavoro anche con i gemelli. Soprattutto con loro, che erano due e quindi, come coppia, più bisognosi di attenzioni rispetto a un figlio solo.
Valentina: il primogenito ha risentito molto della nascita dei due gemelli a due anni e poco più di distanza. Col senno di poi mi rendo conto che avrei potuto avere delle maggiori attenzioni per lui sia durante la gravidanza degli altri (che era comunque a rischio da subito) che nei primi mesi. Ci tenevo ad allattare entrambi i gemelli perché avevo molto latte (come del resto era successo con il primo), ma questa situazione mi ha impedito di dedicare molte delle mie energie al grande, che sicuramente ha patito, anche se i nonni e il papà erano quasi tutti per lui. È stata un’impresa titanica che sicuramente ha segnato la famiglia in parte.