Prepararsi al parto: il massaggio perineale

13 marzo 2013- di

«Massaggio perineale? Cos’è?» quando me ne parlò l’ostetrica durante il corso pre parto, reagì più o meno con la faccia a punto interrogativo. Sapevo cosa fosse il perineo ma non avevo idea che per prepararsi al parto andasse massaggiato.

E invece tutte le ostetriche ne sono sicure: il massaggio perineale funziona.
Infatti per preparare al meglio il perineo al parto, le donne incinta dovrebbero iniziare con i massaggi alcune settimane prima del termine per rendere attivo al massimo quella zona di tessuto di cui ignoriamo beatamente l’esistenza finché non rimaniamo incinte.

A cosa serve il massaggio perineale?

Massaggiare regolarmene il perineo (l’area interna tra la vagina e l’ano) aiuta a rendere i tessuti più flessibili ed elastici. “In questo modo aumentano le probabilità che rimanga indenne”, spiega un’ostetrica. Molte donne, infatti, vorrebbero evitare di subire lacerazioni spontanee o (peggio) l’episiotomia.

È sufficiente iniziare il massaggio perineale circa sei settimane prima della data prevista del parto.

Di cosa hai bisogno per effettuare il massaggio perineale?

Basterà utilizzare un olio naturale o uno speciale olio per massaggi perineali.

Come si esegue il massaggio perineale?

Scegli una posizione comoda, magari la stessa che hai sempre usato per inserire gli assorbenti interni. Comincia con l’eseguire con il pollice dei movimenti circolari sulle grandi e piccole labbra per aumentare la circolazione e la sensibilità della parte. Ora inserisci inizialmente nella vagina un dito oleato e successivamente due o tre, e massaggia formando una U e applicando una leggera pressione per 5-10 minuti in direzione dell’intestino. Stirare il perineo verso il basso e un po’ verso l’esterno, delicatamente sino ad avvertire una lieve sensazione di bruciore serve ad allenare i tessuti allo stiramento che subiranno durante il parto.

Eseguire il massaggio perineale una volta al giorno, ad esempio alla sera prima di coricarsi, è sufficiente.

Questo massaggio vale anche per quei perinei che hanno subito precedenti episiotomie o lacerazioni. Il tessuto cicatriziale non si modifica ma i tessuti vicini possono acquisire più elasticità.

Eseguendo il massaggio perineale si beneficia di una rappresentazione mentale del perineo più completa che implica un maggiore controllo durante il parto.