Lavoro: mi sono dimenticata mio figlio

22 novembre 2012- di

1. Donne e lavoro

credist: IISG

Il tema del nostro blog tank è “Un lavoro a misura di mamma”: cosa ci serve per poter organizzare al meglio la nostra vita di donne che lavorano e che hanno anche famiglia?
A volte mi faccio la domanda inversa: cosa vorrebbe da me, donna lavoratrice e mamma, il mio datore di lavoro?
Più impegno? Più flessibilità?

Io quando lavoro non penso ad altro.

Non penso alla mia famiglia, alla spesa da fare, alla nonna da chiamare, alla babysitter da pagare, non penso a nient’altro che al mio lavoro.
E mi sono dimenticata, anche più di una volta, di avere un figlio.
Credo che nessuno potrebbe volere da me più di questo.
Io non sono mai stata discriminata, ma forse è solo fortuna.

2. Papà e lavoro

Qualche papà si chiede se non sia il momento che nelle pari opportunità ci sia spazio anche per loro: meno al lavoro più in famiglia?

3. Le parole che non ti ho detto

Non sempre possiamo dire le cose come stanno o come le sentiamo senza essere etichettate come cattive madri o cattive persone, ma qui siamo tra amiche: cosa vorreste dire a vostra suocera? Confidatevi con noi!

4. Il distacco

Perché a volte lasciarli andare via, che sia il primo giorno d’asilo, la gita con la scuola, la prima  serata fuori con gli amici, può essere un po’ difficile: da non credere vero?

5. Tempo speso bene

Se passiamo del tempo con i nostri bimbi facciamolo bene! Ci sono due mostre bellissime: Picasso e Mirò. Ve le consigliamo.