“Vestirsi dopo un bebè”: la rubrica

A dicembre farò 33 anni, l’età giusta per sposarsi e riempirsi la casa di dolci bebè e sebbene io non abbia, purtroppo, ancora fatto nessuna delle due cose, nell’ultimo periodo ho presenziato a molti matrimoni insieme ad amici coetanei provvisti di uno o due bambini molto piccoli.

Vestirsi dopo un bebè

Credits: Photoshot

E mentre a livello estetico non ho notato cambiamenti nei neopapà, l’aspetto delle neomamme mi ha fatto davvero riflettere. In molti casi erano irriconoscibili.

Non sono qui a fare l’ipocrita, mi rendo conto che un figlio toglie molto tempo ed energie da dedicare a te stessa e combinare tutto è fondamentale; per una mia cliente mi sono trovata a studiare un abito da sposa comodamente apribile sul seno in modo tale da favorire l’allattamento del figlio di tre mesi, tra una pausa e l’altra del suo matrimonio.

Ma la sciatteria è un’altra cosa.
Ecco le usuali argomentazioni delle neomamme, una volta esposte le mie perplessità:

Scarpe: Il tacco l’ho abolito del tutto, ovviamente. Come fai a stare in piedi per ore e ore con un bambino in braccio, bisognoso di tutto il tuo amore incondizionato, con un tacco dodici ai piedi. È già tanto che sono venuta in ballerine e non direttamente in ciabatte da casa.

Ormai non vivo senza le mie scarpe sportive senza lacci. Sono comodissime. Vuoi mettere il tempo che perdi ad allacciare le scarpe come lo puoi impiegare in maniera utile? Le mie preferite sono un paio che mi ha consigliato mia mamma, lei le ha uguali (sì e ha anche 57 anni dico io).

Capelli: Chi ha tempo di andare dal parrucchiere? Pensa che oggi sono riuscita

persino a lavarmi i capelli. Anche farmi la doccia è un lusso. Meno male che esiste la coda di cavallo che fatta stretta salva da ogni segno di unto. Sto pensando di farmi i capelli corti corti così faccio presto e stanno sempre in ordine.

Trucchi: Eh la trousse è stata sequestrata dalla bambina che gioca a fare la mamma o il clown a seconda dei casi. Mi vedi pallida? Mi sono lavata la faccia sai? Almeno mi pare.

Vestiti: Che senso ha comprare qualcosa di nuovo? Tanto non mi entra più niente e, se scopro che taglia ho adesso, poi finisce che mi deprimo perché mi rendo conto di 
quanto sono ingrassata. E anche se riuscissi a trovare qualcosa, tanto poi, tempo dieci secondi, ogni capo viene macchiato di vomito, pappa, erba o di qualcosa che lo scibile umano nemmeno contempla. E poi mi serve la
comodità: qualsiasi capo, ad eccezione della tuta da ginnastica, non esce dal mio armadio da mesi.

Come ho già scritto non sono una mamma e quindi non mi permetterei mai di darti consigli sulla convivenza con i tuoi bebè ma mi piacerebbe usare questo spazio per aiutarti a capire che, con il pochissimo tempo che hai e le mille cose da fare che ti impegnano, basta qualche accorgimento per non perdere la tua femminilità e ricordarti che sei una donna, e anche molto carina, oltre che mamma.

Ti darò tutte le dritte su: gli abiti giusti per minimizzare la pancetta, fisiologica dopo la gravidanza, le scarpe da scegliere, il trucco e il parrucco da fare in 5 minuti ed essere super, i siti di shopping on-line migliori, i look per essere sempre curata e in ordine, nel minor tempo possibile, sia per andare al supermercato con i tuoi pargoli che per tornare in ufficio.

Cosa aspetti a darmi anche tu qualche suggerimento e a farmi tutte le tue richieste?