Arance e mandarini per giocare coi bambini

Il profumo delle arance e dei mandarini che si spande per la casa, insieme all’odore del pane che cuoce, sono aromi che conciliano la pace. E poiché tutto ciò che può portare pace nelle nostre vite, va incoraggiato, curato e promosso, eccomi a raccontarti come intrattenere i bambini con una attività facile facile che frutterà anche dei decori natalizi. Questa volta parliamo di agrumi, che di pane si parlerà in un altro post.

credits: Monica Penitenti

Ciò che ti occorre è del filo elettrico dismesso, di quello non più a norma di legge (la famosa “piattina”, in tutte le case ce n’è un po’), spellato per ricavarne il rame interno, che è composto in tanti fili luminosi. La preparazione di questo materiale non è da farsi con i bambini, poiché necessita di una certa forza, ma tutto il resto sì. Organizza, allora, una merenda tra bimbi e proponi loro di mangiare arance e mandarini, che fanno bene, e di giocare con le bucce, appunto.

Ti occorrono poi delle formine per biscotti (dimmi che le hai, dài) oppure quelle per il Didò.

A questo punto, facile da capire, non ti resta che lasciare le formine ai bambini, che intaglino le bucce (che avrai avuto cura di togliere dai frutti in pezzi più grandi possibili)  appoggiandole  sopra ad un telino (che potrai ricavare aprendo sotto e da un lato una sportina della spesa). Le stelline grandi e piccole (anche piccolissime) fanno subito decoro, ma anche angioletti, alberelli, gatti, pinguini, ecc. e se li infilerai con delicatezza in un filo di rame, ne potrai fare decori per l’albero di Natale. Gentili eterei festoni da appoggiare ai rami.

Seccandosi, le bucce rilasceranno il loro aroma a lungo e finite le feste potrai buttarle via nell’umido, recuperando il rame che potrai riutilizzare allo stesso modo per fare, magari, coroncine da mettere appese ai termosifoni. L’essenza oleosa degli agrumi è calmante della tosse, favorisce il relax, e rinforza le difese immunitarie. Avere l’abitudine di utilizzare in questo modo le bucce degli agrumi, quindi, fa bene a tutta la famiglia.

Se ti andrà poi ti sacrificare un frutto intero, potrai sempre tagliarlo (o farlo tagliare ai bambini, vigilando) a fette con tutta la buccia e porre queste a seccare così sui caloriferi e utilizzare poi le fette secche per decorare la tavola delle feste. Dare il compito ai bambini di verificare lo stato di essiccazione, li responsabilizzerà un po’, e farà loro bene. Ti basterà poi della colla a caldo e dei nastrini colorati. Incollerai quindi una fetta di arancia ad un nastrino da annodare al gambo dei calici che metterai in tavola, o per annodare i tovaglioli o, con l’aggiunta di un bigliettino con i nomi, diventare dei segnaposto per i tuoi invitati.

Le arance sugli alberi regalano il sole all’inverno, decorando le campagne del sud e poi regalano profumi di pace a tutti, non trovi? Buona pace!