Babbo Natale esiste?

Ho tre figli di 11, 9 e 4 anni. Gestisco la questione letterina di Natale, desideri e regali, renne e slitte da molti anni ormai e quest’anno mi aspettavo di dover rispondere alla fatidica domanda: ma Babbo Natale esiste davvero?

credits: ncindc

Sono rimasta vaga nell’attesa di capire a che punto eravamo con il risveglio alla realtà e mio figlio grande è venuto risoluto da me e mi ha detto: a scuola mi hanno chiesto se ci credo ancora ed io ho detto di no, ma veramente ci credo a Babbo Natale!
Il mio cuore si è riempito di calore, ho intuito tutta la potenza di quel ragionamento e non ho potuto far altro che rispondergli: anche io ci credo!

 

Ora, alzi la mano chi di voi pensa che abbia mentito a mio figlio. Alzi la mano anche chi pensa che io stia tenendo il mio quasi-adolescente in uno stato di semi rimbecillimento tale da concedergli di credere in una cosa da piccoli.

Ecco, tutti voi siete sulla cattiva strada. Il punto è un altro. I bambini hanno bisogno di sognare, di nutrire la loro fantasia di azioni e gesti pieni di calore, attenzione e amore.

In questo mondo di bambini adultizzati, precocemente risvegliati al mondo dei concetti, alla razionalità e alla realtà i bambini di tutte le età hanno bisogno di immaginare come sarebbe un Babbo Natale che parcheggia le renne sul tetto e si occupa di realizzare i loro sogni.