Lettera a Babbo Natale (scaricabile)

lettera-a-babbo-natale

credits: GabriellaCarofiglio

Caro Babbo Natale,

quest’anno ti scrivo anche io una lettera. Ne è passato di tempo, eh?

Sono mamma da quattro anni e mezzo; non sono esattamente una mamma modello – non so se esistono, o meglio a me sembra di sì, ma magari anche dietro quella perfezione si nascondono fantastiche mamme imperfette -, spesso mi sembra di sbagliare tutto nell’educazione di mia figlia. Altre volte la guardo e dico «stiamo facendo un buon lavoro!»; altre volte ancora ringrazio, perché penso che meglio di così non poteva capitare.

Mi arrabbio, sì, urlo anche; se sono nervosa – e lo sono esageratamente almeno una volta al mese – dimentico cosa voglia dire la pazienza. In quest’ultimo anno non sono stata  esattamente una mamma amorevole, non sempre per lo meno. Non chiedermi perché non l’ho baciata e abbracciata sempre: semplicemente perché non è nel mio carattere, non perché non l’abbia ritenuto necessario. La discrezione è il mio forte.

Non ho risposto a tutte le sue richieste con un sì, spesso scatenando scene apocalittiche; ho trascorso molto tempo davanti al computer, per lavoro. Anche questo a volte ha scatenato scene da panico. Ho saputo però essere presente: ho giocato con lei, ma sarò sincera, ci sono state volte in cui non mi andava tanto giù. È stato in quelle volte che ho cercato di coinvolgerla in quelle che sono le mie attività, le mie passioni (sono stata egoista, caro Babbo?).

Ho lasciato che lei sperimentasse il pericolo, guardandola a distanza, anche se ho suscitato l’orrore sul volto di mio marito, ad esempio.

Caro Babbo Natale, se secondo te sono stata pessima, va bene, abbasserò la testa e andrò avanti. Altrimenti se ritieni che possa essermela cavata, bene… allora non è che mi porteresti quel regalo che tu ben conosci? Perché anche le mamme sai, hanno le loro richieste speciali.

Qui il link per scaricare la lettera a Babbo Natale e la busta per spedirla. Scegli se scriverla tu o lasciar spazio ai tuoi bimbi.