Neonati al mare: qual è l’orario migliore?

credits: brettocop

L’estate è arrivata e ormai siamo pronti per portare i nostri piccolini in vacanza al mare. Vediamo come organizzarci al meglio e qual è l’orario migliore per esser sicuri di prendere solo i benefici del sole e del mare.
La regola numero uno è dimenticare gli orari di arrivo in spiaggia di quando si era coppia e ci si poteva permettere di alzarsi tardi e accontentarsi di un metro quadro di spiaggia, senza ombrellone e sotto un sole battente perpendicolare sulla nostra testa. Dobbiamo fare l’ennesimo piccolo sforzo di genitori e alzarci molto presto in modo da poter essere al mare per le 8, 8 e 30. Questo è sicuramente l’orario migliore per proteggere i nostri piccolini dai raggi ultravioletti e per godersi qualche ora di mare in tutta tranquillità sino alle 11, orario in cui dovremo andar via. I neonati fino ai 6 mesi, infatti, non devono assolutamente essere esposti al sole e, oltre tale orario, sono a rischio anche sotto l’ombrellone per via dei raggi riflessi che raggiungono comunque la pelle.

mare

credits: esther

Bisogna quindi evitare assolutamente il sole dalle 11 alle 16, per poi magari tornarci per godersi il sole che pian piano va via. Seguire questo orario non fa bene solo ai più piccolini ma anche ai bimbi più grandicelli e perché no, anche a noi adulti che subiamo notevolmente i danni del sole se non ben protetti. Non dimentichiamoci del cappellino  e di tenere sempre indosso una magliettina bianca,  al di sotto di un anno la prudenza non è mai troppa.
Anche se ci si reca in spiaggia presto la crema solare è fondamentale, ricordiamoci di applicarla sin da quando siamo a casa o comunque venti minuti prima dell’esposizione. Utilizziamo sempre fattore di protezione non inferiore a 50, ricordiamoci di spalmarla più volte al giorno e dopo ogni bagno.