La giornata mondiale per l’infanzia

1. I diritti dei bambini

Il 20 Novembre del 1989 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite approvò il primo trattato internazionale sui diritti dell’infanzia.
Cambiò totalmente il modo di vedere i bambini: non più oggetti della tutela ma protagonisti dal punto di vista giuridico. Soggetti di diritti.
Nel trattato vengono riconosciuti il diritto alla vita, alla sopravvivenza, al nome, alla nazionalità, il diritto di essere accudito, il diritto a non essere separato dai suoi genitori, a formarsi una propria opinione e ad esprimerla liberamente, il diritto alla libertà di pensiero, di coscienza e di religione.
E così via. Vi invito a leggere tutti i diritti di queste mini-personcine.

E oggi Vincenzo Spadafora, Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza presenterà una campagna di sensibilizzazione e di sollecito a fare dei temi dell’infanzia e dell’adolescenza il centro dell’agenda politica.

credits: LennyBaker

Investire nei bambini e negli adolescenti per superare la crisi in Italia

2. Bambine e stereotipi

Le mamme di questo rolling team sono portatrici di un valore: la libertà di scelta.
Non ci piacciono le imposizioni, anche quando si tratta di cose, a prima vista banali, come la scelta di un colore!

3. Viaggi insoliti

I viaggi con i bambini creano spesso ansie e paure: ma forse il segreto sta proprio nell’uscire dei binari del viaggio preconfezionato o della vacanza perfetta. Leggete l’esperienza di una delle nostre Funky Mamas e vi farete un’idea!

4. Il distacco

I bambini che crescono e che non ci sembrano mai pronti: come affrontare il distacco?

5. Coming out!

A volte serve sfogarsi e tra le tenerezze di un sorriso incantato, di un abbraccio, di un lavoretto portato a casa dalla materna, ci sono anche tante cose che dell’essere mamma non sopportiamo: parliamone!