Palle di neve: stategie di gioco

12 febbraio 2013- di

Finalmente è arrivata la neve! Che sensazione di libertà dà sprofondare nel manto bianco e rotolare sopra ai fiocchi morbidi. Costruire un pupazzo, scivolare con lo slittino o improvvisare una battaglia.

«La neve per i bambini è magica, avvolge tutto in un’atmosfera da fiaba e rende ancora più fantastico il giocarci» spiega Andrea Pittau, psicologo dell’età evolutiva e coautore del volume Da una scopa… un cavallo. Costruire giochi e giocattoli (Carocci). Non solo.

«“Immergendosi” nella neve si entra in contatto con la natura, nel vero senso della parola. Si può fare e disfare a costo zero ogni cosa, un po’ come succede in estate con i castelli di sabbia o le formine. Il massimo è però una battaglia con le palle di neve: un gioco di relazione e abilità. Bisogna essere bravi nel colpire, capaci nel modellare le sfere il più rotonde possibile, veloci nello schivare quelle degli avversari.

L’unica controindicazione? È un gioco faticoso, vuoi per il freddo vuoi perché, bardati e con i doposcì che sprofondano, è difficile muoversi». Per questo è un passatempo che non dura ore. Però, che divertimento!

Tratto da il bambino, il giornale per le mamme e i papà di Donna Moderna