I contraccettivi di barriera: domande e risposte

04 febbraio 2013- di

credits: Marco Scatto Felino

Non hai intenzione di avere altri figli per il momento ma non te la senti di usare dei contraccettivi ormonali?
Non tutti li amano, ma i preservativi rappresentano il metodo più utilizzato per la contraccezione non ormonaleHanno il vantaggio di essere abbastanza semplici da usare e di proteggere entrambi i partner dalle malattie trasmesse sessualmente, anche dalle semplici infezioni. Hanno lo svantaggio di essere piuttosto costosi e di non proteggere completamente dalle gravidanze, se non si rispettano alcune regole.

Vediamole insieme:

1. Fategli mettere il preservativo prima della penetrazione. Sembra ovvio dirlo, ma alcuni pensano che gli spermatozoi siano presenti solo nell’eiaculato. È vero solo in parte. Alcuni spermatozoi sono presenti anche nel liquido lubrificante che viene prodotto da speciali ghiandole. Meglio non rischiare.

2. Toglietegli il preservativo dopo l’eiaculazione. Se il vostro partner tende ad addormentarsi dopo l’amore, evitate che lo sperma possa fuoriuscire. Un bel nodo aiuta ad evitare pasticci.

3. Controllate sempre che il preservativo non si rompa durante il corretto posizionamento. Attente alle unghie, agli anelli e, per chi ce l’ha, al piercing.

4. Non utilizzate preservativi scaduti. I preservativi sono presidi medici e hanno una data di scadenza. Vanno trattati e conservati  con delicatezza.

5. Utilizzate il lubrificante giusto. La maggior parte dei preservativi sono già lubrificati, ma altri no. Ci sono gel appositi che vanno benissimo.