Primavera sulla neve con i bambini

19 marzo 2013- di

I bambini amano la neve. I genitori la primavera. Per i primi, soprattutto se abitano al centro-sud, la neve è qualcosa di magico e straordinario. È la libertà di non andare a scuola,  di scendere in cortile a fare un pupazzo di neve. Oppure, semplicemente, fare a pallate con gli amici. Per i genitori, invece, la primavera rappresenta l’uscita dalle malattie tipiche dell’inverno. Dal dover girare fazzoletti-munite e con la soluzione fisiologica sempre pronta in borsa.

A primavera anche i genitori che escono tardi dal lavoro posso concedersi un’oretta fuori con i loro bimbi. Noi amiamo stare all’aria aperta. Che sia a passeggio, al parco o semplicemente nel giardino di casa nostra.

E allora, perchè non unire la neve alla primavera ed approfittare per portare i bimbi in montagna? Le giornate sono lunghe, miti ed i tuoi bimbi avranno la possibilità di avvicinarsi allo sci.

Quasi tutte le località sciistiche sono attrezzate per bambini: hanno degli “asili sulla neve” per i più piccolini (a partire dai tre anni), per familiarizzare i bimbi con lo sci in maniera ludica. A partire dai cinque-sei anni (ma anche a quattro a volte) è possibile invece prenotare lezioni collettive, in cui i bimbi, in gruppetti, vengono portati sui campi scuola, a provare l’ebrezza delle prime discese.

Per la scelta della località, a mio parere dipende dall’affinità con gli sci che hanno i genitori. Se babbo e mamma non sciano, va benissimo anche una piccola località degli Appennini, più economica, che può essere usata come punto di partenza per escursioni a piedi, mentre i bimbi sono impegnati nella scuola di sci.

Per genitori che sono medi sciatori, posti come Bormio o l’Altopiano della Paganella sono valide opzioni che consentono anche a babbi e mamme di sciare su buone piste a due passi dai propri bimbi che fanno i primi passi sulla neve.

Quando la mamma e il babbo sono -quasi- campioni, allora via ad un budget più alto e alla scelta di una località situata all’interno di un comprensorio vasto, tipo il Dolomiti Superski. Perchè va bene che il pretesto è quello di portare il bimbi sulla neve, ma mica si possono ripetere le stesse piste per giorni interi?

Se ti ho quasi convinta a partire, ma ti manca la spinta finale, eccola: i prezzi. A parte il periodo a cavallo della Pasqua, sono solitamente molto bassi ed in molte località ci sono offerte pensate appositamente per le famiglie.

Adesso non ci sono più dubbi: bisogna partire! Prima di fare le valigie, però, bisogna scegliere un albergo.
Continua a leggermi. Nel prossimo post ti svelerò i trucchi per trovare un albergo per famiglie low cost!