Riso con latte vanigliato

credits: Gaia Borroni

Per questa ricetta sono andata direttamente dalla mia mamma, in fondo lei mi ha fatta nascere, accudita, svezzata e coccolata e mi coccola ancora adesso perché fa sempre bene. Le ho chiesto se quando ero piccola ci fosse qualcosa che mi preparava più spesso di altro e questo riso al latte era una delle mie pappe preferite, così ho pensato di condividerla con te!

 

Riso con latte vanigliato
 
 

Ingredienti
  • 80 g riso arborio o roma
  • 150 ml latte fresco
  • 100 ml acqua
  • 1 cucchiaio di miele ( o 1 cucchiaino di fruttosio)
  • ½ stecca di vaniglia ( NO vanillina…è chimicissima!)

Istruzioni
  1. Versa in una cassruolina antiaderente il latte e l’acqua, porta dolcemente a bollore e unisci il riso; unisci i semini della stecca della vaniglia ( prelevandoli così: incidi in verticale la stecca con un coltello,aprila e con la punta del coltello preleva la polpa interna…questi sono i semini neri che ti serviranno.
  2. Usa quelli di solo una parte della stecca, poiché hanno molto sapore e rischi che il latte poi sia troppo aromatizzato.
  3. Abbassa al minimo il fuoco e fai cuocere per almeno 20 minuti o fino a che il riso sarà così morbido da rompersi.
  4. Se necessario aggiungi altra acqua tiepida in cottura in modo che il riso non attacchi.
  5. Spegni il fuoco, aggiungi il miele (o il fruttosio) e mescola in modo che il riso diventi dolce; lascialo intiepidire abbastanza da poterlo dare al tuo bimbo.

IMPORTANTE: non gettate mai le stecche di vaniglia, anche dopo che ne avete prelevato la polpa interna; potete usarle altre 5 volte per insaporire la panna o il latte lasciando che si aromatizzino in cottura, oppure una volta che siano bene asciutte potete mettere le stecche in un vaso con dello zucchero per farlo diventare vanigliato!