5 consigli per aumentare la possibilità di rimanere incinta

Alle volte il concepimento di un bambino tarda ad arrivare: ecco alcuni consigli per la coppia su quando iniziare a preoccuparsi e come fare per cercare di aumentare la probabilità di avere un gravidanza.

incinta

credits: hecyra

Se la donna è giovane, fino ai 38 anni, si aspetta un anno di tentativi prima di avviare accertamenti per ricercare eventuali cause di infertilità di coppia. Durante questo anno si può mettere in pratica qualche piccolo accorgimento che ci permette di aumentare la possibilità di rimanere incinta. 

1. Innanzitutto impariamo a conoscerci
Il ciclo ovarico di una donna fertile dura 28 giorni circa. Durante questo arco di tempo il momento propizio per una gravidanza è intorno a metà ciclo, quando generalmente si verifica l’ovulazione, ovvero quando l’ovaio libera l’uovo fertile pronto per essere fecondato da uno spermatozoo. Avere rapporti sessuali in questo momento del mese aumenta la probabilità di rimanere incinta. Si consigliano dunque rapporti mirati ovvero rapporti sessuali a giorni alterni in quella settimana circa che va dal 11° al 18° giorni del ciclo.

2. Misurazione della temperatura basale ed osservazione del muco cervicale
Occorre misurare la temperatura corporea tutti i giorni alla stessa ora, preferibilmente al mattino. Intorno all’ovulazione la temperatura aumenta di 0,5-1 grado.

Il muco cervicale nel periodo periovulatorio diventa denso e filante. L’osservazione costante del muco secreto dai genitali permette di identificarne le caratteristiche e di cogliere i cambiamenti di densità e consistenza che si verificano nel corso del ciclo ovarico.

3. Dosaggio di ormoni sessuali sull’urina
L’ovulazione è caratterizzata da un determinato livello di ormoni circolanti. Questo particolare momento del ciclo ovarico è il meccanismo sfruttato da metodi contraccettivi, che dosano gli ormoni presenti nelle urine e identificano il picco di fertilità di una donna. Questo metodo può essere utilizzato al contrario, ovvero sfruttando le informazioni per avere rapporti sessuali mirati durante il periodo più fecondo per un concepimento.

4. Dieta proteica
Anche la dieta influenza la capacità riproduttiva di una donna. Sembra che le proteine sia animali che vegetali migliorino la ricettività dell’utero agli estrogeni, aumentandone la capacità di accogliere il prodotto del concepimento. Quindi mettiamo a tavola carne, pesce, uova ma anche latticini e legumi accompagnati da verdura, meglio se a foglia verde, ricca di acido folico, cercando di contenere zuccheri semplici e grassi.

5.Un consiglio per lui
La causa di infertilità può essere anche maschile. Ecco qualche piccolo accorgimento per evitare di danneggiare o indebolire gli spermatozoi. Innanzitutto bere con moderazione e smettere di fumare: fumo e alcol possono influire negativamente su numero e qualità degli spermatozoi. Anche il calore danneggia gli spermatozoi: una semplice visita medica permette di escludere la presenza di un varicocele, ovvero una dilatazione dei vasi sanguigni testicolari che surriscalda l’ambiente dove vengono prodotti gli spermatozoi.