5 esami utili se pensi di avere un figlio

1. Emocromo

Permette di valutare la quantità di globuli rossi, globuli bianchi e piastrine. E’ importante
sapere se l’emoglobina preconcepimento è normale e correggere eventuali carenze prima di
intraprendere la gravidanza.

2. Gruppo sanguigno

Le donne che hanno un gruppo sanguigno Rh negativo devono fare particolare attenzione
durante la gravidanza per evitare di sviluppare anticorpi anti Rh. Questi anticorpi
potrebbero passare la placenta e danneggiare il bambino. E’ sufficiente fare la profilassi con
siero anti Rh dopo il parto e dopo ogni piccolo intervento correlato con la gravidanza.

credits: Photoshot

3. Sierologia per Toxoplasmosi, Rosolia e Citomegalovirus

Il dosaggio degli anticorpi anti Toxoplasma, Rosolia e Citomegalovirus permette diconoscere se c’è già stato o meno contatto con tali agenti patogeni. IgG elevate ci dicono
con certezza che il contatto c’è stato e che non si corrono rischi. Se invece si è “ricettive”,
meglio adottare qualche precauzione in più. La maggior parte delle donne sono vaccinate
per la rosolia, ma meglio controllare.

4. Sierologia per HIV, HbsAg, HCV, e Sifilide

Meglio anche controllare di essere state alla larga dai virus dell’HIV e dell’epatite virale e dal treponema pallidum di ottocentesca memoria. Le malattie a trasmissione sessuale sono in aumento. Usa e fai usare il preservativo già dall’inizio della attività sessuale

5. Un controllo ginecologico

Un controllo ginecologico con la raccolta precisa dell’anamnesi riproduttiva permettedi togliersi molti dubbi, soprattutto se la gravidanza è la prima. La ginecologa potrà poi
valutare se eseguire il pap-test e una ecografia transvaginale di base. Se pensi di fare un
bambino, fatti prescrivere un complesso multivitaminico che contenga acido folico: è la
miglior strategia per ridurre il rischio di alcune malformazioni del feto.