Gli stick ovulatori, come si usano

Stick ovulatori. Ne esistono di diverse forme, colori, dimensioni e marche ma accomunano due categorie distinte di donne: quelle che li usano come contraccettivi e quelle che, invece, li usano per rimanere incinta.

credits: IStockPhoto

Chi usa gli stick ovulatori

Io li ho usati in entrambi i modi passando, con una certa nonchalance, da una categoria all’altra.
Si perché l’unico neo è che una volta che entri in quel tunnel, poi non ne esci più. Danno dipendenza. Si racconta di donne che hanno sostituito le sigarette con gli stick.
Nella fase in cui fanno da contraccettivi, le linee che compaiono, vengono guardate con circospezione e diffidenza.
Se si ha un partner fisso e non si usano altri metodi contraccettivi, la linea che indica  che sta per arrivare l’ovulazione, assume uno e un solo significato: astinenza.

Gli stick devono essere usati due o tre giorni prima della presunta ovulazione e due o tre giorni dopo; ma soprattutto, per essere usati come contraccettivo, è necessario che dalla vostra abbiate un’approfondita conoscenza del vostro corpo e del vostro ciclo (fase follicolare, ovulazione e fase luetale vi dicono qualcosa?).
Molta più leggerezza ed eccitazione (anche letterale) nel caso b): “sei una cicogna? Ti stiamo cercando!”
Qui la dipendenza da stick, per la gioia del farmacista, diventa cronica. Consumerete pacchi di stick e energie del vostro partner, nonché potenziale papà, in maniera proporzionale.
Nei giorni buoni non si fanno mica sconti!

Come rilevano l’ovulazione

L’ovulazione, come tutto il ciclo mestruale, viene regolata dagli ormoni. Dopo un picco dell’ormone LH, avviene il rilascio dell’ovocita e quindi l’ovulazione.
I principali stick ovulatori, quelli non elettronici in definitiva, rilevano la presenza o meno, nelle urine, dell’ormone LH e la sua concentrazione. Più sarà alta la concentrazione di LH nel sangue, più sarà intensa la linea che indica che l’ovulazione sarà presto tra voi. Regolatevi di conseguenza e decidete come pianificare la serata: cintura di castità e pigiamone antisesso o programma di ripopolazione del globo.

Quasi un test di gravidanza

Molte donne sfruttano l’alto numero di stick ovulatori accumulati nel mobile del bagno, anche come test precoci di gravidanza.
L’ormone HCG, quello che rivela se si è incinte o meno, è strutturalmente molto simile all’ormone LH. Lo stick, perciò, va in confusione e molto spesso si comporta come se foste in attesa dell’ovulazione. Magari, però, siete in attesa di qualcos’altro.
Fate un test di gravidanza tradizionale e toglietevi il pensiero.

E voi? Avete mai provato uno stick ovulatorio?