La pillola del giorno dopo: come usarla

La pillola del giorno dopo è un contraccettivo d’emergenza che viene usato poco dalle coppie stabili, ma se si hanno già dei figli e c’è stato un incidente nell’uso dei metodi anticoncezionali classici (preservativo rotto per esempio) viene presa in considerazione.

pillola del giorno dopo

credits: f_mafra

Ma cosa c’è da sapere affinché la pillola del giorno dopo venga usata in maniera corretta?

Pillola del Giorno Dopo: cos’è?

Si tratta di un farmaco con un alto dosaggio di progesterone che viene impiegata nella contraccezione d’urgenza:  viene assunta infatti, in seguito a un rapporto sessuale potenzialmente a rischio di gravidanza.
Può essere acquistata in farmacia (o richiesta in Pronto Soccorso in caso di violenza o rapporti sessuali in cui la donna non era consenziente) presentando la prescrizione medica non ripetibile. La pillola del giorno dopo va assunta entro e non oltre le 72 ore immediatamente successive al rapporto sessuale non protetto e che, quindi, espone a rischi di gravidanza.

Come funziona la pillola del giorno dopo?

La pillola del giorno dopo è in grado di arrestare l’ovulazione, nel caso questa non sia ancora avvenuta.
Ostacola il passaggio degli spermatozoi verso l’utero e le tube, alterando la funzionalità di questi e impedisce la fecondazione di un ovulo già rilasciato.

La sua efficacia è direttamente proporzionale alla tempestività con cui viene assunta in seguito ad un rapporto sessuale a rischio.
La massima efficacia della pillola del giorno dopo (99.5%) si ottiene assumendola entro le 12 ore immediatamente successive al rapporto non protetto.
L’efficacia si riduce all’85% se viene presa dopo 24 ore dal rapporto a rischio.
La percentuale cala drasticamente al 58% se la donna lascia trascorrere più di 24 ore (con un massimo di 72) la garanzia di impedire la gravidanza.

Effetti collaterali della pillola del giorno dopo

- Acne, cefalea, debolezza, nausea (effetti collaterali più noti)
- Vomito (effetto collaterale sporadico)
- Flusso mestruale più abbondante (ipermenorrea)
- Mestruazioni in anticipo (polimenorrea)
- Spotting intermestruale
- Leucorrea
- Tossicità epatica (in seguito all’utilizzo frequente della pillola del giorno dopo)
La pillola del giorno dopo, infatti, non deve essere utilizzata in modo inappropriato e frequente poiché potrebbe favorire un’intossicazione cronica epatica.
- Come per tutti i contraccettivi ormonali e naturali non prevede la protezione da malattie veneree e sessualmente trasmissibili.