Il bagnetto più popolare del web

09 gennaio 2013- di

È possibile imparare a fare il bagnetto al neonato guardando un video su YouTube?
Qualche anno fa era circolata la notizia di un papà che aveva aiutato a partorire la moglie entrata in travaglio all’improvviso – e evidentemente lontano da un ospedale – guardando un video online. Quindi, perché no?

Sonia Rochel, 51 anni è infermiera e mamma di quattro figli. Dal 1978 si occupa di neonati. La sua missione? Spiegare ai genitori e ai professionisti del settore l’importanza del bagnetto e del massaggio per il benessere del neonato.

Questo video si commenta da sé. Il bambino è completamente a suo agio, calmo e rilassato. Come se fosse ancora nella pancia della mamma.

Nel suo blog, Sonia fornisce inoltre alcuni suggerimenti per fare in modo che il bagnetto e il massaggio siano davvero momenti di relax per il bambino (e, di conseguenza, anche per il genitore o per chi lo accudisce).

Qualche esempio? Ecco 3 cose da tenere a mente al momento del bagnetto:

1. Mai fare il bagno ad un bambino affamato. Il momento migliore è 20-30 minuti dopo la poppata.

2. Attenzione alla temperatura. Quella ideale è di 37°.

3. Il massaggio non va mai imposto. Se il bambino è calmo e dimostra di apprezzare, procedete pure. In caso contrario, sarà meglio rimandare ad un altro momento.

Con questa prospettiva il bagnetto diventa non più un dovere, ma un momento di piacere e di intimità condivisa. Un mezzo potente per rafforzare il legame tra genitori e figli.

 

Segui @dmbambino