Sterilità: 5 leggende metropolitane da sfatare

22 gennaio 2013- di
sterilità

credits: Irene Perino

La sterilità in Italia colpisce circa il 20% delle coppie in età fertile. Potrebbe essere considerata quasi come una vera e propria emergenza nazionale, se ci pensi, in quanto coinvolge ogni anno fra le 50.000 e le 70.000 coppie.
Oltre che un problema medico rappresenta un importante problema umano e personale, ed è sotto questo punto di vista che voglio parlarne. Viviamo in una società che ci ha portato a pensare che tutto sia possibile, basta volerlo.
Nella maternità, come nella medicina in generale, non è così, e quindi per iniziare vorrei sfatare alcune false credenze.

1. Rimanere incinta, in assenza di patologie, è molto facile.

No. Anche nel periodo della vita e nei giorni in cui si è più fertili, la percentuale di gravidanze non supera il 30%.

2. Si può avere facilmente figli sino ai 40 anni.

Assolutamente no. La massima fertilità di una donna è fra i 20 e i 24 anni, poi inizia a ridursi e dopo i 35 subisce un vero un vero e proprio crollo. La percentuale di gravidanze nelle ragazze fra i 20 e i 24 anni è del 28 – 30%, a 30 anni intorno al 25%, dopo i 35 del 20% e dopo i 40 scende al 10%. Ovviamente, si parla della popolazione femminile in generale, di donne che hanno rapporti sessuali frequenti e regolari e che non fanno uso di anticoncezionali.